STUDIO OPERA Architetti Associati
Arch. Augusto Capone  Arch. Gianfranco Scatigna


  Home Chi siamo Attività Utilities Contatti
 

Studio di area vasta per la riqualificazione dei Sistemi Pedemontani in attuazione delle previsioni del Piano Territoriale di Coordinamento della Provincia di Chieti (“La Via delle Terre di Mezzo”)


Il programma “la Via delle Terre di Mezzo” è uno studio di area vasta che ha per oggetto i territori della fascia pedemontana della Provincia di Chieti nato dalla proposta denominata "la Via della Majella".
Esso ha come obiettivo operativo la costruzione di una serie di rapporti integrati tra il “percorso ad alta valenza paesaggistica” che corre a ridosso della Montagna della Majella e le diverse realtà, puntuali e d’area, con cui esso viene ad interagire.
Il percorso così individuato, denominato appunto “la Via delle Terre di Mezzo”(sia perchè si trova tra la montagna e la fascia costiera e sia perché nessuna grande via consolare romana ha solcato i luoghi in oggetto, quindi i problemi di una loro agevole raggiungibilità, come di un loro rapido attraversamento, non sono stati ancora risolti. Tali “terre di mezzo” vivono perciò la condizione di un preoccupante isolamento e di una spiccata vocazione all’abbandono, ma nel contempo esibiscono il carattere ancora intatto del proprio ambiente naturale e rurale, tanto da far parlare, di importante testimonianza di archeologia del paesaggio agrario), attraversa le aree interne della Provincia per circa 250 km, unificando a circuito chiuso tratti di strada di diversa classe e importanza territoriale (SS 263, SS 84-Frentana, SS 86-Istonia, SS 364, SS 153-Valle del Sangro, SS 81-Piceno Aprutina), secondo un criterio che all’incirca vede prevalere nell’area del Sangro-Aventino la coincidenza con i tratti esistenti delle strade statali, mentre nei territori del medio e alto Vastese la continuità dell’attraversamento è assicurata anche da tracciati viari di competenza provinciale.
Uno degli obiettivi di questo studio di area vasta è quello di considerare questa condizione di “paesaggio originario” come un’opportunità unica di sviluppo e di valorizzazione economica per queste terre, piuttosto che di handicap e di degrado. Tale sviluppo sarebbe segnato dal passaggio di una strada attrezzata e armonizzata all’ambiente che segni e favorisca il passaggio turistico.


Home | Appuntamento | Informazioni | Area riservata | Photogallery | News | E-Book
   STUDIO OPERA Architetti Associati - Via Giovanni Feneziani 4 Chieti (CH) - P.IVA 01621390697 - Privacy - Note legali
Powered by Logos Engineering - Lexun ® - 10/04/2020